Quale lavastoviglie scegliere?

Quale lavastoviglie scegliere?

Quando pensiamo ad arredare la nostra casa e ad acquistare tutti gli elettrodomestici fondamentali, sicuramente per molte famiglie risulta fondamentale la presenza della lavastoviglie nella cucina.

Credo di parlare un po’ a nome di tutti dicendo che questo elettrodomestico rappresenti il miglior aiuto in ambito casalingo che si possa desiderare: quanti di voi trovano divertente lavare le stoviglie dopo aver terminato il pranzo o la cena?

Credo ormai che chiunque preferisca infilare i piatti dentro questo rapido macchinario che sterilizza, lava e asciuga togliendo ogni pensiero.

Ma quale è il modello più adatto alla propria cucina?

Scopriamo insieme le varie tipologie presenti in commercio, facendo chiarezza.

Il primo punto su cui vale la pena riflettere quando si sceglie di acquistare un prodotto così è lo spazio a disposizione: più questo è ampio

più potrete decidere di installare una lavastoviglie di grandi dimensioni.

Il secondo punto da tener presente sono le proprie esigenze: se abitate da soli, chiaramente sarà sufficiente un elettrodomestico modesto in cui inserire poche stoviglie; al contrario se la vostra è una famiglia numerosa è bene acquistare una lavastoviglie che abbia una capacità consistente.

Sulla base di questi due punti sono stati ideati dalle grandi aziende, degli elettrodomestici specifici che possiamo suddividere in: lavastoviglie a incasso, a libera

installazione e slim.

Cominciamo dal primo modello, questo è l’ideale se pensate di inserire la lavastoviglie all’interno del vostro piano da cucina: è definito a incasso per questo motivo perchè può essere inserito in un qualunque spazio vuoto presente tra i mobili.

Tutto quello che occorre è individuare le giuste misure e acquistare il modello che si presta di più: esteticamente non ha alcun impatto sull’arredamento perché potrete scegliere di rivestire il pannello anteriore con lo stesso materiale impiegato già.

Generalmente queste lavastoviglie hanno un’ottima capienza, tuttavia oggi potrete trovare modelli anche a coperti ridotti.

Il secondo tipo è definito a libera installazione: come è facile dedurre dal nome stesso, questa lavastoviglie può essere posizionata in un qualsiasi spazio libero presente nella propria cucina.

Rappresenta una vera comodità per chiunque abbia un ambiente abbastanza ampio da riempire.

Anche in questo caso la capienza varia: ne esistono modelli che arrivano a lavare diverse stoviglie e altri invece che non superano i 6 coperti.

L’ultima tipologia invece è stata ideata e pensata per tutti coloro che vivono soli, che non hanno una famiglia numerosa ma che non vogliono rinunciare alla comodità di questo elettrodomestico. Il modello slim infatti non ha una capienza considerevole ed è perfetto per lavaggi brevi ed anche economici. Qui tutte le info sulle migliori lavastoviglie.

 

admin