Oggi prova generale di viaggio, poco più di un centinaio di chilometri a/r, con visita al Salone del Camper di Parma.
Nessun progetto d’acquisto, sia chiaro, ma un pretesto per l’ultimo collaudo prima della partenza effettiva e qualche curiosità da soddisfare tra i padiglioni (e nei parcheggi) della più grande manifestazione italiana dedicata al turismo itinerante.
Quello che segue è una parte di ciò che abbiamo visto:

Incontri ravvicinati del 3° tipo

fiat 242 camperizzato

fiat 242 camperizzato

Volkwagen LT28

Volkwagen LT28

Un Fiat 242 in perfette condizioni e un Volkwagen LT28 con l’aria di chi conosce bene le strade del mondo sembravano autentici UFO al confronto dei mega-camper con annesso maxi garage e cantina.
Il muro del pianto

annunci vendita camper

annunci vendita camper

Ancor prima di accedere ai padiglioni ci s’imbatte in una lunga serie di annunci riguardanti mezzi da campeggio di cui i proprietari intendono disfarsi, forse perché delusi da una vacanza che ritenevano più “comodosa”, o magari perché inseguono l’ultimo modello con il climatizzatore e le plafoniere a led, oppure solo in quanto si sono resi conto di avere utilizzato il loro attrezzatissimo camper per tre settimane negli ultimi due anni.
In ogni caso, la prova tangibile di un acquisto sbagliato.

 

Darix globetrotter

Darix's bike

Darix’s bike

Darix's ad

Darix’s ad

Avere l’antenna parabolica sul tetto del camper non dev’essere la massima aspirazione di Darix; anzi lui la casa su ruote neanche se la sogna, ma ha scelto di vivere l’avventura con l’unica risorsa che possiede, oltre a una grande fiducia in se stesso e nel prossimo.

 

Pop Art, o quasi

muro

muro

prosciutto bar

prosciutto bar

Un po’ kitch e vagamente pop, il Prosciutto Bar all’ingresso della Fiera avrebbe ispirato Andy Wharol. Del resto da queste parti la spalla del maiale è un’icona popolare almeno quanto il volto di Marylin nell’America dei Sixties.

 

American Dream, il sogno ammerigano

American Dream

American Dream

Airstream all'emiliana

Airstream all’emiliana

Le nostre strade non sono larghe quanto le highways americane, ma il motorhome può espandersi una volta arrivato in campeggio: qualche motorino elettrico, un paio di pistoni idraulici… et voilà, è pronta un’appendice del soggiorno per ospitare i vicini di camper.
Da poco sono disponibili anche nel nostro paese le leggendarie roulottes Airstream che brillano per il loro design aerodinamico e per il guscio d’alluminio che le riveste.
Per l’occasione, una di esse era stata trasformata in punto di ristoro che proponeva specialità tipicamente… emiliane.
Freschi sotto al sole

Cocomero canadese

Cocomero canadese

Sostituite dalle moderne tende a igloo o dalle velocissime (in apertura) “2seconds”, le tradizionali tendine canadesi sono scomparse dal panorama del plein air contemporaneo.
Quella in foto cerca di riguadagnarsi estimatori suggerendo l’idea di essere particolarmente fresca. Da provare.

 

Camaleontico camper

lo stretto indispensabile

lo stretto indispensabile

Ha il colore della sabbia per meglio mimetizzarsi con l’ambiente questo mezzo per viaggi avventurosi nel continente africano. La simpatia presso gli abitanti dei villaggi attraversati è garantita dalla sua immagine sobria.

 

Per i nostalgici dei tempi andati

pedalare!

pedalare!

Vintage

Vintage

Una bici, due borse di tela e un sacco a pelo erano sufficienti per partire all’avventura.
Una roulottina al traino della più popolare delle utilitarie nostrane era l’aspirazione massima.
Tutta roba da museo.

 

Un posto all’ombra

parcheggio all'ombra

parcheggio all’ombra

È quasi il tramonto quando torniamo alla nostra furgonetta che avevamo parcheggiato all’ombra (di un motorhome).
Com’è andato il collaudo?
Ottimisti e positivi come siamo, non possiamo che dire bene.
Poi, tra poche ore, si partirà veramente.