C’è solo la strada su cui puoi contare
la strada è l’unica salvezza
c’è solo la voglia, il bisogno di uscire,
di esporsi nella strada, nella piazza”.
(Giorgio Gaber)

Locandina 2014 webVenerdì 22 Agosto

• Dal pomeriggio
Arrivo dei primi equipaggi e iscrizioni presso il Centro Sportivo i Pra’. Sistemazione in tenda o in auto attrezzata; posti letto in ostello su prenotazione (051 915360, 348 0174077).
• Dal tramonto fino a notte
Cena libera e grigliata autogestita con disponibilità di maxi-griglia.
Pagine nomadi per piccoli gruppi: reading “sul viaggio” e “in viaggio” tra le strade e i cortili di Cereglio (a cura di Bi La-Roche).
Proiezione del cortometraggio Crossroads Movie di Pierangelo Scala, incroci di sequenze tratte da celebri road-movies.
Fuoco da campo, chiacchiere bicilindriche fino a notte.

Sabato 23 Agosto

• Dal mattino
Caravan Petrol Slow Rally: viaggetto a road book, non competitivo e poco invasivo lungo le strade secondarie dell’Appennino.
Assaggi di specialità tipiche e morsi d’avventura, ospitalità, curve e tornanti.
Partenza in piccoli gruppi nel corso della giornata; navigatore satellitare utile ma non indispensabile.
• Dal pomeriggio
Pompieropoli, attività di animazione ed educazione alla sicurezza per bambini e ragazzi a cura dell’associazione di volontariato dei Vigili del Fuoco di Bologna (www.pompiereperungiorno.it).
Pagine nomadi per piccoli gruppi: reading “sul viaggio” e “in viaggio” tra le strade e i cortili di Cereglio (a cura di Bi La-Roche).
• Dal tramonto fino a notte
Cena libera (stand Pro Loco, ristorante del Centro Sportivo I Pra’ o grigliata autogestita con disponibilità di maxi-griglia).
Proiezione del cortometraggio Crossroads Movie di Pierangelo Scala, incroci di sequenze tratte da celebri road-movies.
Proiezione non-stop delle immagini partecipanti al Photocontest Gianni Gandini (v. regolamento allegato).
Continua Pagine nomadi, reading “sul viaggio” e “in viaggio” tra le strade e i cortili di Cereglio (a cura di Bi La-Roche).
Fuoco da campo e e chiacchiere bicilindriche.

Domenica 24 Agosto

• Dalle ore 10
Luoghi lontani, rassegna fotovideo di viaggi e avventure a uno, due o più cilindri.
Pagine nomadi per piccoli gruppi: reading “sul viaggio” e “in viaggio” tra le strade e i cortili di Cereglio (a cura di Bi La-Roche).
Duecavalli e una capanna, esposizione di mezzi camperizzati.
• Ore 13
Pranzo libero con assaggi solidali di cibo da strada (stand Pro Loco e grigliata autogestita con disponibilità di maxi-griglia).
• Ore 14,30
Prendilo prendilo! Asta benefica non compulsiva di oggetti vari e… affini. I partecipanti al raduno sono invitati a offrire e ad acquistare oggettistica e abbigliamento vintage, pezzi di ricambio e accessori per 2CV e derivate, torte, musica in vinile, oggetti stravaganti e da collezione, libri e riviste d’epoca, ecc.
Il ricavato della vendita all’asta verrà devoluto alla ONG-ONLUS Bambini nel Deserto che sarà presente per far conoscere la sua attività di sostegno alle popolazioni africane.
La colonna sonora del raduno sarà quella dell’emittente effimera Caravan Petrol Radio Station (a cura di Massimo “Sorrow” DJ).
Durante la manifestazione si terranno le verifiche tecniche delle vetture partecipanti al raid Mauritania Express che partirà a fine anno (a cura di Moreno Morozzi).
Saranno inoltre disponibili un punto di iscrizione alla CitroMap 2CV Aiuto Aiuto e un mercatino di ricambi auto e attrezzature da viaggio.
In chiusura dell’evento un breve audiovisivo ricorderà Gianni Gandini, viaggiatore in 2CV.

La quota di iscrizione è di 15 euro a equipaggio.
Per informazioni e aggiornamenti: www.caravanpetrol.it, b.pelligra@tiscali.it, cellulare 347 7180975.
scarica il programma

 

Che cos’è il Caravan Petrol Slow Rally?

• È un itinerario che si sviluppa sulle colline intorno a Cereglio, lungo strade secondarie e siti di grande interesse paesaggistico.
La sua formula organizzativa intende privilegiare l’aspetto conviviale e turistico, senza alcuna finalità sportiva o spirito di competizione.

• È un’occasione per visitare il territorio in maniera individuale o in piccoli gruppi, evitando le variopinte ma invasive carovane di auto che divertono i partecipanti ma talvolta interferiscono con le attività dei residenti.

• È un’opportunità per entrare in contatto con aziende agrituristiche, strutture ricettive, trattorie e ristoranti tipici,  stabilendo con i loro esercenti un approccio non improntato al semplice rapporto commerciale.

• È una modalità di conoscenza attraverso la quale il visitatore curioso si avvicina con riservatezza e rispetto alle comunità locali, e queste ultime hanno la possibilità di offrire la loro ospitalità. Tutti gli esercenti delle attività aderenti all’iniziativa, si sono impegnati a dare il benvenuto ai partecipanti al raduno, offrendo un assaggio dei loro prodotti o un piccolo ricordo, come si usa tra la gente di montagna quando arriva in visita un amico.

• Per partecipare al rally è consigliato, ma non indispensabile, l’utilizzo del navigatore satellitare.
In corrispondenza dei punti segnalati sulla mappa si trovano altrettanti esercizi commerciali presso i quali i partecipanti al rally sono invitati a sostare per il benvenuto.
Tali luoghi, oltre che dall’indirizzo postale e dalla descrizione del road book, sono individuati da coordinate GPS.

• Ogni equipaggio può scegliere liberamente quando effettuare l’itinerario suggerito, a condizione di rispettare gli orari per i quali i gestori degli esercizi segnalati hanno dato la loro disponibilità ad accogliere i partecipanti alla manifestazione.
Tali orari sono evidenziati nell’ultima colonna del road book.
Si raccomanda di non formare gruppi troppo numerosi. Ciò sarà utile a evitare intasamenti della viabilità e renderà più facile il parcheggio.

• L’itinerario prevede alcuni tratti in forte pendenza; pertanto è consigliabile che il sistema frenante della vettura sia pienamente efficiente.

 

CrossRoads Movie, gli incroci filmici di Pierangelo Scala

Dopo il felice esperimento proposto lo scorso anno a Cereglio mixando alcune famose sequenze  cinematografiche in cui l’elemento acqua costituiva il filo conduttore, Pierangelo Scala torna alla moviola elettronica per confrontarsi con il tema del road movie.
La ricetta è apparentemente facile, ma per ottenere un saporito estratto di cinema non basta scegliere ingredienti appetitosi (qualche celebre pellicola del filone on the road), condire con un pizzico di musica “giusta” (il southern rock dei Creedence e quello sanguigno di Bruce Springsteen, o magari gli U2 e i MCR) azionando infine il frullatore. Il risultato potrebbe assomigliare più al minestrone della nonna che a un allettante jus de cinéma, come direbbero i francesi.
Se poi si aggiungono una scolorita pellicola d’ambientazione africana che cita il suo titolo in primo piano sulla furgonetta 2CV ed alcune scene girate dallo stesso Pierangelo a colloquio con noti personaggi del nostro giro, il rischio è che il frullato diventi tanto zuccheroso da risultare stucchevole. Ma il regista sa dosare tanto bene gli ingredienti da evitare questi pericoli.

Come in passato, all’esperimento filmico di Pierangelo Scala è legato un piccolo concorso per chi individuerà le opere cinematografiche da cui sono state estratte le scene di CrossRoads Movie. Preferiamo non aggiungere altro, perché di indizi ne abbiamo dati fin troppi.

On the road con Sal, Dean e Massimo “Sorrow” DJ

Ad accompagnarci “ON AIR” in questo lungo viaggio sulle strade d’America è Massimo “Sorrow” DJ.
Approda casualmente ai microfoni di Radio Sound Pistoia, alla metà degli anni Settanta. Inizia conducendo uno spazio di dediche e musica a richiesta, tappa quasi obbligata per chi inizia a fare radio.
Successivamente ottiene la conduzione di un programma di maggior contenuto che spazia dal progressive al rock, al blues ed al jazz.
Dieci anni dopo organizza, collateralmente al Pistoia Blues Festival, una serie di concerti di gruppi locali molto seguita dagli appassionati, e, nell’ambito dello stesso progetto, cura una serie di conferenze che vedono la partecipazione di esperti del settore con proiezioni di filmati d’epoca. Su una pubblicazione aziendale cura anche le biografie dei protagonisti della musica rock-jazz-blues.
Dal 2004 al 2006 fa parte dei Rainbow Bridge come secondo chitarrista, con un repertorio prevalentemente rock anni Settanta.
La sua passione per la 2CV nasce da bambino, quando rimane folgorato dalla simpatia di una “ancienne” olandese vista in una piazza della sua città.
Dopo aver partecipato con una Spécial al raduno parigino del 1998 per il 50° anniversario della 2CV, acquista prima una Charleston e poi una AK 350 del 1968 da un salonista di Montpellier.  Attualmente si sta occupando della camperizzazione “light” della sua furgonetta per riprendere l’attività radunistica dopo un lungo periodo d’assenza.

PRENDILO PRENDILO!
Asta benefica non compulsiva di oggetti vari e… affini

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con la ONG Bambini nel Deserto alla quale andranno devoluti i proventi dell’asta benefica non compulsiva di oggetti vari e… affini che concluderà l’incontro 2014 di Cereglio.
Infatti, a nostro modo di vedere, non si dovrebbe ritornare a casa da un raduno con premi e trofei, ma con la soddisfazione di essere stati d’aiuto a chi non ha cibo per sfamarsi, acqua per dissetarsi, vestiti per coprirsi.
Ma che cosa potremmo offrire (e acquistare) per dimostrare solidarietà a chi è meno fortunato di noi?
Ecco qualche idea: torte e biscotti fatti in casa, un paio di occhiali vintage, un coloratissimo telefono, una calandra d’alluminio Sixties style, una 2CV di latta, un paio di scarpe zebrate, casco e occhiali vintage, una targa smaltata dell’omino Michelino, oltre a bobine d’accensione, motorini d’avviamento, regolatori di tensione, ecc. ecc. ecc.
Ovviamente questi non sono che suggerimenti, e spetta a voi cercare in garage o nei cassetti di casa ciò che potrebbe sollecitare la solidarietà dei compagni di merende automobilistiche.
Le bomboniere della cugina che ha già divorziato, i peluches consunti dal troppo affetto e dalla polvere, il vestitino démodé ma non ancora vintage, i vecchi libri che non avete avuto il coraggio di buttare… beh, conservate tutto gelosamente; chissà che un giorno non diventino preziosi!

I ragazzi del Truck Team che girano l’Africa col loro camion per portare il cinema nei villaggi più sperduti, il collettivo Argemo (Arte Geneticamente Modificata) che decorerà alcuni portelloni 2CV da mettere all’asta, la moto BMW tributo al Raid Afrique di chi conserva la 2CV nel cuore, l’equipaggio reduce da un Tour de France in Quatrelle, l’allestimento abitativo Modulidea FURGO! su base Acadiane, i Vigili del Fuoco di Bologna che faranno provare ai più piccoli l’ebbrezza di essere Pompieri per un giorno; e poi ancora la presentazione del Mauritania Express – il raid che partirà a fine anno – e le letture itineranti negli angoli più caratteristici di Cereglio…

Duecavalli e una capanna

Popolo nomade per eccellenza, quello dei possessori di 2CV è sempre alla ricerca di soluzioni per ottimizzare i 2 m2 o poco più di un abitacolo che all’occorrenza diventa comodo giaciglio per la notte durante un raduno o lungo le strade del mondo.
Per quanto si creda che ogni soluzione sia stata sperimentata, curiosare all’interno di una delle nostre “case rotolanti” è sempre fonte di meraviglia e d’ispirazione per nuove soluzioni abitative e migliorie.
È per questo motivo che invitiamo tutti i possessori di mezzi camperizzati a esporre i loro veicoli durante la mattina di domenica nello spazio previsto a questo scopo.

Tra i micro-camper in mostra non mancherà di suscitare interesse l’Acadiane FURGO! presentata a Cereglio da Modulidea, un’azienda che costruisce cellule abitative per pick-up. Il suo titolare, Stefano Feci (Modulideainviaggio su questo forum), è quindi abituato a confrontarsi con spazi abitativi minimi e ha accettato la sfida di allestire uno dei mezzi che parteciperà al Mauritania Express, il viaggio del gruppo Caravan Petrol la cui partenza è prevista per la fine di Dicembre.