Risoluzione nei monitor per pc: le 3 tipologie Full Hd, Quad Hd e Ultra Hd

Risoluzione nei monitor per pc: le 3 tipologie Full Hd, Quad Hd e Ultra Hd

La risoluzione è un fattore chiave in un monitor per pc. Insieme alle dimensioni è l’aspetto su cui merita soffermarsi di più, in quanto dalla qualità della risoluzione dipende la resa visiva del display. Ma cosa si intende, precisamente, per risoluzione? Questo termine indica il numero di pixel presenti nell’immagine, i pixel sono ‘puntini’ cromatici dalla cui concentrazione, come in un mosaico, dipende la qualità della foto o del fotogramma. In base alla densità dei pixel si può valutare la qualità della risoluzione, più pixel uguale miglior risultato visivo. Attualmente le risoluzioni si suddividono in 3 classi: full Hd, Quad Hd e Ultra Hd. La prima è la più diffusa e si basa su un numero di pixe di 1920 x 1080. Questa è una risoluzione alta che garantisce una buona resa visiva e i monitor che la montano sono quelli con il miglior rapporto qualità-prezzo. Si presta per i monitor da gaming più ampi.

Si sale con una risoluzione superiore del tipo Quad Hd, pari a 2560 x 1440, nota anche come 2K, in grado di migliorare dell’80 per cento le performance della full Hd. Questo tipo di risoluzione si adatta perfettamente a monitor utilizzati per elaborazioni grafiche, fotografiche e in video. Ma il gradino più alto di risoluzione è occupato dalla tipologia Ultra Hd, l’arcinoto formato 4K, equivalente a una risoluzione di 3820 x 2160, allo stato attuale la migliore risoluzione di sempre, che si adatta ad ogni uso, su maxi schermi. E’ superfluo ribadire che questo tipo di risoluzione è la migliore in circolazione e rappresenta un valore aggiunto sia nei più svariati settori lavorativi che nel gaming, ovviamente da abbinare a schermi di taglia forte. Controllare, però, che la scheda video del pc o della console sia capace di supportarla. Per approfondimenti sul tema si può leggere il seguente articolo sui monitor per pc con la migliore risoluzione.

Come la risoluzione, anche i pannelli possono essere di 3 tipi diversi e la loro scelta dovrà adeguarsi alle abitudini e al modus operandi dell’utilizzatore. Si potrà scegliere fra pannelli TN  (Twisted Nematic) i più utilizzati ed economici e a basso consumo energetico, gli Ips (In plane switching), i modelli con il più ampio angolo di visione caratterizzati da un’ampia gamma cromatica e, per finire, i VA, che abbiamo lasciato per ultimi essendo ormai superati, a metà strada fra gli altri due e a prezzi contenuti.

admin